Business coaching efficace: come includerlo nella cultura aziendale

Pubblicato da: Domenico Malara il 01.10.2020
Domenico Malara
Mi trovi su:

business coaching efficaceSviluppare e mantenere una cultura sana e capace di distinguere l’azienda dai concorrenti richiede impegno. In questo particolare contesto di mercato, in aggiunta, è necessario che sia aperta al cambiamento e allo stesso tempo solida. Come si definisce una cultura che sia in grado di adattarsi alle diverse esigenze? Quando il business coaching efficace entra a fare parte della corporate culture, si crea un clima in cui ogni individuo sente di potere esprimere al massimo il proprio potenziale, grazie alle occasioni di apprendimento (e insegnamento) che si presentano quotidianamente.

Continua a leggere questo articolo per scoprire tutti i vantaggi e i consigli pratici.

Cosa accade quando il business coaching efficace entra a far parte della cultura aziendale?

Nelle organizzazioni in cui la cultura del coaching è solida, ogni interazione è un’opportunità per apprendere, assumere punti di vista diversi e migliorare la performance. Il business coaching efficace è in grado di raggiungere l’ambizioso obiettivo di aiutare le persone a esprimere al massimo il proprio potenziale, perché aumentano la motivazione e la soddisfazione rispetto al ruolo e alle responsabilità individuali, insieme alla consapevolezza delle proprie capacità, competenze e performance professionali.

New Call-to-action

Una delle conseguenze più apprezzate è la possibilità di valorizzare i talenti anche dei collaboratori più senior che trovano nel coaching ai giovani o ai neoassunti un’opportunità di contribuire concretamente al successo dell’azienda.

Affinché un’organizzazione sia davvero agile - e quindi capace di rispondere in modo proattivo ai cambiamenti e alle trasformazioni del mercato - le persone hanno bisogno degli strumenti giusti, di fiducia e di essere guidate, per divenire coach a loro volta.

Ecco perché i primi a dovere possedere delle competenze di coaching sono i manager e i responsabili dei gruppi di lavoro, ma si tratta solo di un primo fondamentale passaggio.

Diffondere il ruolo di coach a tutti i livelli crea un ambiente naturalmente collaborativo, nel quale tutti sono disponibili a supportare i colleghi e, a loro volta, sanno di potere fare affidamento sugli altri per superare una criticità.business coaching efficace

In quest'ottica, il valore aggiunto che deriva dall’avere al proprio fianco una società partner per la formazione, oltre all’efficacia delle sessioni di training, si concretizza nella capacità di trasmettere l’importanza di applicare il coaching a ogni situazione di business e non solo ai momenti in aula (oppure online). È proprio in questi contesti che i facilitatori dell’apprendimento possono iniziare a porre le basi per includere il business coaching efficace nelle attività quotidiane e fare in modo che si radichi nella cultura aziendale.

Il potere del coaching risiede anche nella sua viralità: quando un individuo lo riceve, infatti, è maggiormente predisposto a divenire a sua volta coach nei confronti di altri collaboratori. In questo modo, si genera un circolo virtuoso che migliora le relazioni tra colleghi e aumenta il senso di responsabilità, la fiducia reciproca e crea le condizioni per l’espressione massima del potenziale individuale.

 

Come si sviluppa una cultura di coaching?

 

Fino a qui, abbiamo visto tutti i potenziali benefici dell’inclusione del business coaching nella cultura organizzativa; poiché il coinvolgimento della leadership è essenziale, di seguito ti proponiamo alcune buone pratiche per i manager.

  • Abbiamo visto come ciascun collaboratore possa essere allo stesso tempo coach (e coachee) di qualcun altro, ma è fondamentale che ognuno sia invitato a diventare coach, per sentirsi parte integrante di un progetto di crescita continua. Allo stesso modo, se ci sono persone che si sentono escluse dal processo, è importante capire quali siano gli ostacoli che frenano gli altri dal chiedere il loro aiuto.
  • Il leader del gruppo di lavoro può dare l’esempio e chiedere a un collega più senior di fargli da coach, incoraggiando i suoi pari a fare lo stesso.
  • Perché il business coaching sia efficace, non vanno ricercati abbinamenti basati sulle simpatie o sulle gerarchie; ad esempio, un collaboratore può essere un ottimo coach per il suo manager.
  • Meglio non assumere il ruolo di coach con più di un collega alla volta; tutti meritano la giusta attenzione e allo stesso tempo l’opportunità di supportare qualcuno. Per i team leader, vale però la regola di essere disponibili a fare da coach a tutti i membri del gruppo di lavoro.
  • Per sviluppare una competenza e creare nuove abitudini, l’attività di coaching deve prevedere degli appuntamenti ricorrenti – dai 30 ai 60 minuti, ogni due o tre settimane – e può durare fino a sei mesi.
  • Al termine di un’attività, è bene incoraggiare subito l’inizio della successiva, con altre coppie composte da coach e coachee diversi.
La tendenza al miglioramento continuo è uno degli aspetti culturali con il maggiore impatto sul fatturato aziendale, perché si estende al servizio offerto ai clienti e alla loro retention.

 


 

Affidarsi a professionisti esperti è uno dei modi più efficaci per fare in modo che tutti i collaboratori siano in grado di diventare coach.

I corsi di formazione di InsideOut prevedono sempre delle sessioni di peer to peer coaching, con una duplice valenza:

  • i risultati dei percorsi di training durano più a lungo, perché le coppie di colleghi possono organizzare incontri nelle settimane e nei mesi successivi al corso, per mantenere le nuove abitudini e consolidare le competenze acquisite
  • nei partecipanti accresce la fiducia nel proprio potenziale, rafforzando la convinzione di potere contribuire in modo decisivo alla crescita dei colleghi
Se desideri conoscere il metodo innovativo che consente ai partecipanti di vivere in prima persona l’esperienza di apprendimento, di mantenere e sviluppare nel tempo le competenze acquisite, clicca qui e prenota una demo personalizzata e gratuita.

New Call-to-action

Argomenti: formazione aziendale, coaching aziendale, training aziendale, cultura aziendale