InsideOut Training Blog

Leadership, management e coaching: facciamo chiarezza

Pubblicato da: Domenico Malara il 13-feb-2018 12.30.00
Domenico Malara
Mi trovi su:

leadership management coaching

Negli ultimi 20 anni si è molto parlato e scritto a proposito del ruolo di manager e dell’importanza di avere capacità ed essere leader. Con il tempo sono state definite le abilità e le competenze ideali del manager e del leader, con la creazione di job description complete ed esaustive sulla base delle quali sono stati pensati ed erogati programmi di formazione e di sviluppo.

L’obiettivo del seguente articolo è fare chiarezza attorno a questi 3 termini:

  • Leadership
  • Management
  • Coaching

Leadership

Quando parliamo del ruolo di leader, ci riferiamo agli aspetti che si concentrano sul futuro:

  • creare una visione
  • mantenerla nel tempo
  • identificare le azioni per concretizzare quella visione

Perché il leader sia riconosciuto come tale dai propri collaboratori, l’esempio concreto vale più di mille parole. I valori che vengono trasmessi sono comunicati attraverso i comportamenti quotidiani.

Management

Il manager, nel ruolo di responsabile di persone, si concentra sull’assicurarsi che i collaboratori raggiungano determinati risultati in termini di prestazione.

 

New Call-to-action

 

Quali sono i parametri che definiscono la performance dei collaboratori? 

  • gli obiettivi operativi dell’organizzazione
  • i processi e le procedure tipiche dell’azienda
  • le richieste specifiche del ruolo ricoperto
  • gli standard di prestazione richiesti
  • le norme e i regolamenti interni all’azienda

Coaching

Negli ultimi anni è emerso in modo sempre più netto come il coaching sia un’attività che rientra a tutti gli effetti nei ruoli fondamentali in capo al responsabile di persone. L’evidenza di questo fatto è espressa dall’enorme studio sul tema sviluppato negli ultimi anni, dalle conferenze e dai testi ad esso dedicato e dalle richieste sempre più pressanti che le aziende stesse esprimono.

Così come, anni fa, si è distinto il significato di leadership da quello di management, oggi è necessario distinguere in modo chiaro il coaching dal resto.

Il coaching è caratterizzato da una serie di incontri e colloqui volti ad aiutare la persona a raggiungere prestazioni il più vicine possibile al proprio massimo potenziale. Nel coaching, il responsabile stimola i collaboratori a comprendere pienamente il proprio ruolo e obiettivo, a imparare ciò che serve per padroneggiare tale ruolo, a vivere con passione, motivazione e, perché no, soddisfazione il proprio lavoro.

leadership colloquio di coaching

In un recente incontro, davanti ad una lista del genere un esperto Direttore Commerciale ha dichiarato sorridendo: “Forse ho capito: si tratta di fissare un incontro manageriale all’anno con il mio team per fissare gli obiettivi e passare il resto del tempo a fare coaching su come raggiungerli!”

Il Direttore Commerciale, pur nella semplificazione del concetto, aveva colto il significato profondo del ruolo: investire una grande quantità della sua energia e di tempo nel coaching.

Questi incontri tra manager e collaboratori sono critici per favorire la performance perché chiariscono aspettative e obiettivi.

Come possiamo immaginare di discutere di performance e, a maggior ragione, di raggiungere il successo, senza una definizione chiara degli obiettivi manageriali?

Il coaching, infatti, risulta efficace solo quando le aspettative sono comunicate in modo trasparente e il manager è in grado di rimuovere le preoccupazioni, i dubbi e le ansie che limitano le prestazioni dei collaboratori e portano a scarsi risultati. A facilitare il raggiungimento degli obiettivi concordati, si aggiunge anche la capacità delle persone di assumersi le responsabilità e quella del manager di delegare, fidarsi di loro e nel contempo dare un esempio quotidiano dei valori, della visione e della missione aziendale, attraverso le proprie azioni.

Attività concrete dei 3 elementi

Quali sono le attività che contribuiscono quotidianamente allo sviluppo dei tre elementi del ruolo manageriale?

Ecco qualche spunto pratico: 

Leadership

o         Comunicare la mission dell’azienda, i suoi valori, i suoi obiettivi strategici

o         Dare l’esempio con i propri comportamenti

o         Ispirare cambiamenti

o         Motivare il team

 

Management

o         Fissare obiettivi di gruppo e personali

o         Valutare un collaboratore

o         Creare un piano di sviluppo

o         Delineare i parametri di un progetto

o         Pianificare l’utilizzo delle risorse

 

Coaching

o         Confrontarsi su come raggiungere un obiettivo

o         Fornire feedback costanti

o         Offrire supporto

o         Fare formazione sul campo

 


 

InsideOut ha studiato e realizzato GROW, il prodotto formativo di nuova concezione per sviluppare l'efficacia manageriale e aiutarti a: 

  • essere riconosciuto come manager, leader e coach
  • imparare a valutare i collaboratori in modo realistico e obiettivo
  • aumentare la consapevolezza delle aree di miglioramento del collaboratore
  • creare un ambiente sicuro e rispettoso per dare e ricevere feedback di qualità
  • riconoscere e gestire i momenti di demotivazione e bassa performance

Se vuoi saperne di più, clicca qui sotto e prenota una demo personalizzata e gratuita!

New Call-to-action

 

Argomenti: leadership, management, coaching aziendale