<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=868521229982494&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Il training aziendale per imparare ad imparare

Pubblicato da Domenico Malara il 12-dic-2017 12.30.00
Mi puoi trovare su:

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

training aziendaleIl mondo in cui viviamo ci richiede efficienza, cultura e preparazione e non solo dal punto di vista professionale. Imparare continuamente è fondamentale alla crescita e alla gestione del cambiamento a cui spesso facciamo riferimento in queste pagine.

Tuttavia, per quanto l’apprendimento sia centrale in ogni aspetto della nostra vita, non sempre sappiamo come imparare in modo efficace.

Nelle prossime righe parleremo del supporto che può derivare da un piano di training aziendale:

  • Perché è importante imparare a imparare?
  • Esistono tecniche di apprendimento efficaci? 
  • Problem solving


Perché è importante imparare a imparare nel training aziendale?

Nei corsi di formazione aziendale, soprattutto in quelli che si concentrano sullo sviluppo delle cosiddette soft skill, più ancora della preparazione, è vitale che il formatore ricopra un ruolo di facilitatore e sia quindi in grado di agevolare i processi di apprendimento. Ciò avviene quando, grazie al metodo definito e condiviso con l’azienda, si creano le condizioni migliori perché i partecipanti siano a proprio agio e disposti a imparare.

training aziendale motivazione

Alla base dell’apprendimento ci devono scelte e decisioni prese consapevolmente e autonomamente dalle persone che prendono parte al corso. Senza la motivazione e la fiducia, infatti, è pressoché impossibile imparare e continuare a farlo per tutto il corso della propria vita lavorativa e non.

Ecco perché imparare a imparare è un’abilità essenziale al giorno d’oggi.

 

Ma cosa significa precisamente?

 

Imparare a imparare significa dapprima riconoscere e poi applicare in modo consapevole quei comportamenti, strategie e abitudini che servono a rendere il processo di apprendimento rapido, eppure efficace.

Questa competenza è legata anche all’assunzione di un senso di responsabilità sia per l’apprendimento stesso che nei comportamenti quotidiani, generando quindi degli effetti positivi.

 

New Call-to-action

 

Quando le persone sono in grado di riconoscere le abilità e le competenze che possono tornare loro utili nel processo apprendimento, sono poi maggiormente incoraggiati a scegliere di imparare con un’adeguata “cassetta degli attrezzi”. Al suo interno, lo strumento principale è senza dubbio il cervello, a cui abbiamo dedicato un approfondimento che potete trovare qui.

 

Esistono tecniche di apprendimento efficaci?

 

Quante volte ci è capitato, soprattutto pensando ai tempi della scuola, di non essere in grado di ricordare dei concetti che credevamo memorizzati e che avevamo ripassato poche ore prima?

E che dire di quando credevamo che bastasse evidenziare tutto ciò che ritenevamo importante per assimilarlo e finivamo con il colorare interi capitoli senza però imparare nulla?

Con il tempo, forse, abbiamo capito che è più utile ed efficace appuntarci i concetti chiave e magari rielaborarli, facendoli nostri grazie all’uso di altre parole.

Un altro metodo infallibile per capire se stiamo andando nella direzione giusta per l’apprendimento è spiegare ciò che stiamo imparando a qualcuno che, da profano dell’argomento, ci fa molte domande, facendoci muovere tra i diversi passaggi e concetti.

training aziendale gruppo

Imparare in un piccolo gruppo, come accade nel training aziendale, ha i suoi vantaggi, perché ci si possono rivolgere, a turno, domande e imparare insegnando.

Ma aldilà delle tattiche più o meno valide e sofisticate, la costante necessaria all’apprendimento è la disponibilità di tempo ed energie che viene generata dalla motivazione. Se ciò che stiamo imparando rappresenta un valore reale perché ci aiuta alla realizzazione di un obiettivo, allora saremo più disposti a metterci in gioco per apprendere.

Training aziendale e problem solving

Tra le competenze più richieste nelle aziende e forse più inserita nei curriculum vitae, troviamo il problem solving.

Per rispondere all’evoluzione tecnologica che è sempre più rapida e crescente, c’è bisogno di persone che siano in grado di individuare e analizzare i problemi, progettare soluzioni, verificarle ed eventualmente progettarne di nuove.

 

Ma come si acquisisce la competenza di problem solving?

 

Proprio come per imparare a imparare, la capacità di risolvere problemi può essere declinata a diversi argomenti, momenti della vita e situazioni. Una volta che sappiamo quali sono le competenze che dobbiamo mettere in campo e come sfruttarle, partiamo in una posizione di assoluto vantaggio.

E il coach aziendale può aiutarci a identificare quegli strumenti e suggerirci come usarli al meglio.



 

Abbiamo visto come nel training aziendale oggi, più che il trasferimento quasi meccanico di nozioni e regole, conti molto il metodo che il formatore usa per facilitare lo sviluppo di competenze. Anche quando queste non sono già proprie della persona, la consapevolezza di avere bisogno di imparare, per migliorare e lavorare (ma anche vivere) meglio, porta a una maggiore motivazione, il vero motore dell’apprendimento.

Se sei curioso di conoscere il metodo innovativo di InsideOut che consente ai partecipanti di vivere in prima persona l’esperienza di apprendimento e mantenere e sviluppare nel tempo le competenze acquisite, clicca qui sotto e prenota la tua demo personalizzata e gratuita!

New Call-to-action

 

Argomenti: formazione aziendale, coaching aziendale, training aziendale