InsideOut Training Blog

5 consigli di sviluppo del personale per un team aperto al cambiamento

Pubblicato da: Salvatore Errante il 09.05.2019
Salvatore Errante
Mi trovi su:

sviluppo del personaleNel sondaggio eseguito dalla rivista Fortune nel 2015, il 92% dei CEO che vi hanno preso parte si sono dichiarati d’accordo con la seguente affermazione: la mia azienda cambierà più nei prossimi 5 anni di quanto non abbia fatto negli scorsi 5.

Non abbiamo ancora a disposizione i risultati dello stesso sondaggio realizzato dopo il quinquennio preso in considerazione, tuttavia le aziende sono perfettamente consapevoli di come il cambiamento sia diventato una costante per le attività e le strategie di business.

Come assicurarsi che il team sia aperto e disponibile? Ecco, a seguire, alcuni consigli per lo sviluppo del personale.


Sviluppo del personale & change management

Avere un’organizzazione aperta al cambiamento può fare la differenza nel raggiungimento degli obiettivi, nell'espressione del potenziale e nell'incremento delle performance.

Uno degli elementi chiave per diffondere le competenze necessarie al change management è il coinvolgimento, essenziale anche nei progetti di sviluppo del personale.

 

Cosa può fare un manager per facilitare il cambiamento?

 

Per migliorare l'engagement ed essere sicuri di creare le migliori condizioni per fare esprimere a ciascun collaboratore il proprio potenziale, il manager deve ispirare ogni giorno con i suoi comportamenti.

change management

Ecco 5 esempi efficaci per lo sviluppo del personale

Non si tratta esattamente di consigli, piuttosto di esempi pratici applicabili nella quotidianità per ispirare i collaboratori non solo ad accettare i cambiamenti, ma a diventarne promotori, con la condivisione di idee innovative.

1. Favorire il dialogo e la condivisione

Quando il leader incoraggia i suoi collaboratori a fare domande, a condividere le loro emozioni e le loro esperienze, si apre la strada all'innovazione e all'efficacia.

I progetti di cambiamento sono in grado di generare le più diverse reazioni emotive, ma accade molto più spesso che spaventino, piuttosto che vengano accolti con entusiasmo. È giusto che queste emozioni possano essere espresse senza giudizio e per questo è opportuno che il manager organizzi dei colloqui one-to-one in modo da incoraggiare la sincerità nel collaboratore. In questa fase, stare in ascolto è molto più efficace di qualunque discorso motivazionale, perché emergeranno interessanti spunti da riprendere nell'incontro di follow-up.

2. Usare lo storytelling 

Come abbiamo detto in precedenza, i cambiamenti generano incertezza e, per questa ragione, i collaboratori hanno bisogno di rassicurazioni e incoraggiamento. Sfruttare la propria capacità di storytelling per condividere altri casi di cambiamento di successo può essere determinante per i leader. Per farlo, è importante identificare il vero pain dell’interlocutore e la morale che si vuole trasmettere nel racconto che vedrà proprio il collaboratore nel ruolo di protagonista.

sviluppo del personale - storytellingL’obiettivo dello storytelling applicato al cambiamento è di fornire la sicurezza emotiva e l’ottimismo necessari a motivare le persone.

3. Definire obiettivi e responsabilità 

Per potere centrare obiettivi ambiziosi e favorire la crescita dell’azienda, è importante che tutti i collaboratori diventino dei veri promotori del cambiamento; per questa ragione è fondamentale che ognuno abbia voglia di assumersi responsabilità e rischi.

Anche gli errori andrebbero considerati come uno spunto per migliorare continuamente e quindi, in primis, riconosciuti e ammessi. L’innovazione passa attraverso una serie di tentativi fallimentari, perciò questi non andrebbero mai nascosti, bensì fare parte del percorso.

4. Incoraggiare i nuovi punti di vista 

Se nel corso di incontri one-to-one e riunioni di team il manager prova a ipotizzare scenari diversi da quello attuale, non solo a proposito di strategie o comportamenti, ma spostando il punto di vista da collaboratori e dipendenti a clienti, fornitori, freelancer, oppure provando a immaginare la fine di un mercato, questo tipo di pensiero genera coesione all'interno dell’azienda e infonde quel coraggio necessario ad affrontare le sfide del futuro.

Per supportare la creatività e continuare nella strada del cambiamento continuo, è bene riconoscere le buone idee e premiarle, laddove possibile.

5. Migliorare la collaborazione tra colleghi e dipartimenti 

Per diventare promotori del cambiamento, occorre prima di tutto riconoscerlo come una costante, più che una situazione eccezionale. Fare in modo che i collaboratori ascoltino continuamente voci diverse dalla propria, da quella del manager e dei colleghi è un passaggio essenziale per lo sviluppo del personale.

  • Ecco alcune domande efficaci per migliorare la collaborazione:
  • Chi altro dovremmo coinvolgere?
  • Quali altri dipartimenti potrebbero esserci d’aiuto?
  • Chi conosce questo argomento meglio di noi?
  • Come possiamo coinvolgerli?
  • Cosa posso fare per supportare la collaborazione?

 


 

Nel mercato di oggi, le aziende che hanno davvero successo non sono quelle che propongono una strategia dall'alto, a pioggia verso i collaboratori, nelle quali le idee innovative sono attese solo da determinati ruoli.  I team vincenti sono quelli che comprendono il cambiamento come parte della cultura, promuovendolo a tutti i livelli. I 5 consigli elencati nell'articolo potranno aiutarti.

Enjoy! è il prodotto formativo di InsideOut specificamente pensato per aiutare i collaboratori a

  • liberare il proprio potenziale per raggiungere gli obiettivi professionali
  • gestire le pressioni quotidiane e aumentare il benessere organizzativo
  • essere aperti alle sfide professionali con entusiasmo e passione
  • aumentare responsabilità e spirito di iniziativa

Se desideri saperne di più, ti offriamo una demo GRATUITA per provare il metodo innovativo che consente ai partecipanti di vivere in prima persona l’esperienza di apprendimento e mantenere e sviluppare nel tempo le competenze acquisite. Clicca qui!

New Call-to-action

 

Argomenti: change management, cultura aziendale, empowerment organizzativo